Le migliori Marche dei Condizionatori

Nel campo dei condizionatori d’aria i padroni la fanno sicuramente le marche giapponesi. Sono loro i più grandi e affermati produttori. Un brand brilla sopra tutti, Daikin, il cui dominio nel settore, almeno per il momento, è incontrastato.L’azienda, fondata nel 1924, si è affermata in tutto il mondo per la sua affidabilità e cura nei modelli che, se anche hanno un prezzo superiore alla media, sono apprezzati dai consumatori. Insieme a Daikin altre marche made in Japan vanno forte nelle vendite, sono Hitachi, Mitsubishi, Sharp e Panasonic.

Se, come detto, i giapponesi sono i leader del mercato mondiale, devono comunque guardarsi le spalle dai sud coreani, Samsung prima fra tutti e poi Lg. La prima è un colosso ormai mondiale dell’elettronica, ma non solo. Dagli smartphone, ai tv led per arrivare agli elettrodomestici. Non c’è settore in cui non sia presente. Samsung è entrata in punta di piedi in questo settore proponendo modelli semplici che via via si sono fatti sempre più sofisticati, ad esempio il condizionatore wifi che si comanda via Internet tramite app su smartphone e tablet.

Lg è molto apprezzata in Italia per via del rapporto qualità prezzo. Si pone per affidabilità un gradino sotto Daikin, ma comunque ha una buona rete vendita, a differenza di Hitachi e Mitsubishi che stentano a decollare nella presenza nei grandi store.
Lg ha in catalogo condizionatori con un bel design, gli Artcool, che illuminano l’ambiente e riescono a rinfrescare l’aria in più lati grazie alle 3 bocchette di uscita. Interessanti in condizionatori dal colore inusuale, nero.

lgnero

 

 

Electrolux è un’altra multinazionale che ha in catalogo moltissime soluzioni per il condizionamento. Alcuni condizionatori sono prodotti in Italia e si collocano nella fascia medio-alta come prezzo e anche come affidabilità grazie alla capillare rete di assistenza.

Gli italiani si difendono bene. La De Longhi è divenuta famosa per il suo più famoso prodotto, il condizionatore portatile Pinguino. La pubblicità martellante “Anto’ fa caldo” è entrata nell’ immaginario dei consumatori è ha reso la De Longhi leader in questo settore. A seguire Olimpia Splendid, che produce condizionatori senza unità esterna, oltre a fissi e portatili. Anche Argo, azienda Lombarda, produce condizionatori senza motore esterno. Il suo modello Xfetto può funzionare in pompa di calore per l’inverno e nella versione ad acqua non ha bisogno di muri perimetrali per l’insallazione.

Ariston è un’altra marca storica italiana. E’ attiva anche nel settore della climatizzazione e ha un bel catalogo di prodotti abbastanza semplici ed economici.

Un discorso a parte va fatto per i condizionatori cinesi. Anche in questo settore, una volta scesi in campo, si sono guadagnati una bella fetta di mercato, specie tra coloro che non vogliono spendere molto. L’azienda leader è Haier che comunque offre un prodotto più costoso rispetto agli altri cinesi. Il modello AS09SB1HRA ad esempio è di alta gamma con un EER di tutto rispetto, 4.3.

Altre marche cinesi sono Comfee, Sekom, Kelon, Zephir, Midea, prodotti che si possono trovare nei supermercati ad un prezzo compreso tra 300 e 400 euro per 9000 Btu. Sulla qualità non possiamo dire molto. Potrebbero essere efficienti così come durare decine di anni. La differenza, tra una marca e l’altra, la fa la serietà del distributore e la presenza di assistenza capillare. Prima di procedere nell’ acquisto controllare queste cose.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *