Acquistare un condizionatore usato conviene?

Come tutti i prodotti elettronici anche i condizionatori hanno il loro mercato dell’ usato. Si trovano di seconda mano sui vari siti di annunci come Bakeca, Ebay e Subito. Non parliamo solo dei portatili, ma anche dei modelli fissi, a muro, quello con unità esterna e split interno. A volte le proposte sono allettanti, si trovano anche a 100 euro. Ma vale veramente la pena acquistare un condizionatore d’aria usato? Facciamo un affare oppure si tratta di soldi spesi inutilmente?

E’ quello che cercheremo di capire in questo articolo. Vi diciamo subito che secondo noi non conviene affatto comprare un climatizzatore di seconda mano, ne’ portatile, ne’ da installare a parete. Un buon mercato invece c’è per modelli particolari, come i condizionatori usati per barche e camper. Queste parole vengono messe da parte se invece ci riferiamo a modelli molto costosi, a condizionatori portatili per stanze grandi, ad esempio il Pinguino De Longhi da 12000 e 18000 Btu che supera i 1000 euro e che magari troviamo a meno della metà del suo prezzo di listino.

CONDIZIONATORI_usati

Cosa dobbiamo controllare prima di acquistare un condizionatore usato

bene, avete deciso di optare per un modello di seconda mano, l’occasione che avete trovato è troppo ghiotta per farvela sfuggire. Prima però vi preghiamo di fare mente locale su quelli che sono i prezzi del nuovo. Un condizionatore economico portatile, ad esempio il TROTEC PAC 2000 costa circa 250 euro in offerta. E’ vero che è da 7000 Btu e che su stanze da 15 mq in su molto calde inizia a non essere efficiente, però sono veramente pochi, i prezzi sono calati. 

Per quel che riguarda un condizionatore a muro, uno Zephir da 12000 Btu costa poco più di 350 euro o giù di lì. Capite bene che con questi prezzi la convenienza dell’usato non c’è.A meno che, come detto, non state acquistando un modello molto costoso, un Daikin, un Fujitsu, un Mitsuibishi di fascia alta, da più di 1000 euro.

Il problema è che verificare il funzionamento di un condizionatore a muro smontato è pressochè impossibile. Chi vi assicuri che funzioni? Non c’è modo di saperlo finchè non fate un’installazione. Nello smontaggio poi, se non si sono chiusi i tubi il gas all’ interno della macchina va perso. Il gas di ricarica di un condizionatore, ad esempio l’R410A non costa molto, un Kg sta a circa 25 euro. Il problema è che voi non potete comprarlo, perchè non siete frigoristi. Quindi vi tocca spendere almeno 100 euro per la ricarica se il gas se n’è andato durante lo smontaggio

Più facile è la cosa se acquistate un condizionatore portatile usato. Basta accenderlo e vedere se fredda. Si ma quanto deve freddare? Anche in questo caso, come facciamo a sapere se nel corso del tempo un po’ di gas non se n’è andato dal circuito? L’unica cosa è avere fiducia nel venditore, ma anche lui poverino non può sapere se il gas è uscito. Provate con un termometro a misurare l’aria fredda che esce dalle alette. Sappiate comunque che anche i condizionatori portatili si possono ricaricare. Se il vostro budget è molto limitato sappiate che con meno di 100 euro potete acquistare un ventilatore ad acqua che in alcuni casi è molto efficiente.

Vi sconsigliamo vivamente invece di comprare un condizionatore usato che monta il gas R22 che ormai è fuorilegge e non si può più usare perchè nocivo. Non confondetelo invece con l R32 che montano i nuovi modelli al top di gamma delle varie marche.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *